26
Apr

FORMALDEIDE: un KILLER SILENZIOSO IN CASA TUA !

Quanti di voi conoscono la FORMALDEIDE?

Cosa?! Si la formaldeide?

Come… non ne hai mai sentito parlare?

In questo articolo voglio parlarti della formaldeide e quali sono le sue caratteristiche dannose per la salute.

Parlerò nello specifico della formaldeide contenuta nei pannelli di legno che costituiscono i mobili del arredamento di casa tua.

La formaldeide è una sostanza CANCEROGENA in quanto è stato appurato che: può essere causa di cancro o ne può aumentare l’incidenza.

Immagino che non ti faccia piacere avere in casa un bell’arredamento che silenziosamente ti avvelena giorno dopo giorno… vero?

Per questo devi continuare a leggere questo articolo, per capire cosa e come puoi fare affinché tutto questo non avvenga.

Tieni presente che la formaldeide può essere presente in tutti i mobili di casa tua, (cucina, cameretta dei tuoi bambini, salotto…) e non solo!

Legambiente e l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) lanciano l’allarme: la formaldeide è uno dei cancerogeni più letali per l’uomo!
L’AIRC sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate “con certezza” cancerogene per la specie umana.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato, come limite massimo di concentrazione accettabile di formaldeide in casa, 100 microgrammi / metrocubo (pari a 0,1 parti per milione – ppm).

Dal 1º gennaio 2016, la formaldeide è passata dalla classificazione di “sospettato di provocare il cancro” a “può provocare il cancro” (Regolamento (UE) N. 605/2014).

Tra l’altro, la formaldeide è una delle principali cause di asma e di altri sintomi come stanchezza, insonnia, mal di testa, allergie, tosse e irritazione della pelle.

Che cos’è la FORMALDEIDE:

E’ un composto organico prodotto a livello industriale, appartiene alla famiglia degli aldeidi, si presenta sia in forma gassosa (a temperatura ambiente) che liquida (con trattamenti chimici), è molto utilizzata nell’industria.
All’olfatto si percepisce come un odore forte e pungente, a volte irritante per occhi, naso, gola e polmoni.

Ecco dove possiamo trovare la formaldeide:

•    Resine sintetiche
•    Pannelli di legno MDF
•    Truciolato
•    Nobilitato
•    Vernici
•    Colle (adesivi, ecc.)
•    Solventi
•    Compensato
•    Pesticidi
•    Conservanti alimentari
•    Disinfettanti
•    Deodoranti
•    Detergenti
•    Cosmetici
•    Tessuti (vestiti, tappeti, tende, ecc.)
•    Vaccini

La formaldeide, insieme all’urea, è impiegata come vernice incollante di pannelli in legno di truciolato, nobilitato o Medium-density fibreboard (MDF); è contenuta, inoltre, nei pannelli fonoassorbenti dei controsoffitti e nelle pareti divisorie degli uffici. ( fonte Wikipedia )
Ecco i principali consigli per evitare di entrare in contatto con la formaldeide:

1)   Evita di usare prodotti che contengono formaldeide scegliendo quindi detergenti, vernici, vestiti, ecc. di provenienza biologica o perlomeno naturale.
2)   Ventila spesso i locali di casa, per evitare l’accumulo di formaldeide sprigionata dall’uso di detergenti, solventi, colle, mobili, ecc.
3)  Adorna la tua abitazione con piante d’appartamento, la loro presenza riduce la quantità di inquinamento.
4)  Preferisci mobili, parquet, vernici, solventi e colle per tappezzerie e mobili con l’etichetta Ecolabel (marchio convenzionale ecologico).

5) Evita mobili di “cartone pressato”, in truciolare o con materiale multistrato e composito: se per necessità siete costretti ad acquistarli, esponeteli per qualche giorno all’aria aperta, prima di introdurli in casa.
6)  Scegli, quando è possibile, mobili in legno massiccio o in generale mobili contrassegnati con la classificazione E1 (a bassa emissione di formaldeide) o FF (senza formaldeide).


7)  Se vai ad abitare in una casa ammobiliata con suppellettili trattati con formaldeide, arieggiate per qualche giorno i locali oppure arieggiate la mobilia lasciandola per qualche giorno all’aperto… il rilascio di formaldeide nell’aria è progressivo (in altissime percentuali quando i mobili sono nuovi), andando via via diminuendo col tempo (dopo due anni gran parte delle sostanze nocive sono state già rilasciate);
8) Riduci la presenza di ampie superfici assorbenti, come tendaggi e mantovane, moquettes, tappeti, stuoie, tappezzerie di rafia, librerie aperte: tutte queste superfici assorbono le sostanze inquinanti occasionali (formaldeide, fumo di sigarette, smog, esalazioni di solventi e vernici) per poi rilasciarle lentamente nell’ambiente. Osserva maggiori precauzioni in caso di resenza di bambini e soggetti “deboli”.
9)  Nella costruzione o ristrutturazione delle case, utilizza sempre materiali e tessuti naturali. Scegliete di far posare la moquette “tirata” piuttosto che con l’uso di colle.

L’utilizzo di questa sostanza è regolamentata nell’arredamento da una normativa europea che impone di rispettare standard di bassa emissione di formaldeide, i pannelli usati devono essere almeno in Classe E1.

Acquistare mobili di basso costo e/o di dubbia provenienza (spesso d’importazione dai paesi del est asiatico o est Europa) non è certo garanzia di “salubrità” dei materiali utilizzati.

Non vale davvero la pena acquistare mobili di scarsa qualità, realizzati con materie prime scadenti o addirittura nocive per te e la tua famiglia.

Non dimenticare che, se spendi qualche €uro in più… investi sulla tua salute!

Il mio consiglio:
fai molta attenzione, assicurati che i pannelli usati per i tuoi mobili rispettino le caratteristiche imposte dalla normativa. Occhio all’origine del mobile e delle materie prime utilizzate.
Attenzione, il prezzo TROPPO BASSO non è sinonimo di qualità, salute e sicurezza.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle tematiche e sulle nuove soluzioni d’arredo, visita la pagina FaceBook : Daniele Dossi Interior Designer e lascia il tuo “LIKE”

Se vuoi una consulenza contattami al numero di cel. 3477418118
o alla email arredaresenzaerrori@gmail.com
oppure scrivi negli spazi che trovi qui sotto:


Ho letto, compreso ed accettato la vostra Informativa sulla Privacy

Share