04
Dic

PARQUET in LEGNO o LAMINATO… come scegliere SENZA ERRORI

Laminato Finflux

Oggi parliamo di pavimenti in Parquet in legno e in laminato.

Ti illustrerò pregi, difetti e le caratteristiche IMPORTANTI da conoscere per fare la scelta corretta nel momento in cui deciderai di acquistare il parquet GIUSTO per la tua casa e per le tue esigenze.

Le caratteristiche di un BUON pavimento in Parquet sono:
1) Veloce e facile da posare
2) Stabile e duraturo
3) Facile da pulire
4) Levigabile e rigenerabile

Il PROBLEMA più grande è quello di accorgersi DOPO aver posato un pavimento in legno (e speso un sacco di soldi), che le sue caratteristiche sono scadenti, le finiture brutte e magari pure scomode per la pulizia e la manutenzione.

Non puoi rischiare di acquistare un parquet in legno pre-finito composto da uno strato poco spesso di legno nobile (meno di 2.5 mm) perché così facendo, ti precludi la possibilità di poter levigare nuovamente la parte in legno per rigenerarlo da eventuali graffi provocati dal uso nel tempo.

Per un pavimento in laminato invece il rischio può essere di posare un materiale che non sia resistente al usura, all’umidità e che sia posato (flottante) su un tappetino inadeguato perché poco isolante al rumore e all’umidità.

I Parquet possono essere posati incollati o flottanti su tappetino isolante e fonoassorbente.

Il PARQUET in legno pre-finito di alta qualità è sicuramente la scelta più nobile ed elegante per arredare la casa.
È costituito da un primo strato superficiale di legno “nobile” dallo spessore maggiore di 2.5 mm verniciato, questo legno massello è fissato poi su un supporto di multistrato o di Abete.
Le doghe di questo parquet possono avere spessori differenti da 10, 13, 15 mm e differenti misure da 8 cm fino a 20 in larghezza e da 60 a 190 cm di lunghezza.

Le essenze usate sono di diversi tipi …anche molto esotiche: doussié, wengé, olivo, noce, iroko, teak, merbau, afrormosia, faggio, cabreuva e padouk e rovere.

La caratteristica che ne determina prezzo e qualità, oltre la scelta dell’essenza legnosa, è lo spessore totale della doga e… ovviamente, lo spessore usato per il legno nobile.

I parquet pre-finiti possono avere differenti tipi di finiture realizzati in laboratorio, molto comuni sono:
•    decappature (cioè colorazioni a pigmenti in contrasto tra la fibra e la base del legno),
•    spazzolatura (conferisce effetto ruvido),
•    bisellatura dei lati della doga (spigoli smussati e non vivi),
•    taglio “sega” (la superficie della tavola presenta seghettature trasversali rispetto all’andamento della venatura),
•    termo trattamenti (essicazione che altera le caratteristiche chimiche e di colore).

Il trattamento finale può essere ad olio o vernice.
La finitura ad olio richiede una manutenzione costante e non è idrorepellente nel primo periodo di vita,  quindi è soggetto ad aloni, ma conferisce al legno un aspetto estremamente naturale.
Le vernici (a base d’acqua e prive di componenti tossici) sono di facile manutenzione possono essere ad “effetto cera” con meno lucentezza rispetto alle vernici semi lucide.

Se invece, hai un budget limitato e/o hai bisogno di arredare spazi molto ampi come negozi, uffici… ma non vuoi rinunciare al calore di un pavimento in legno, puoi scegliere un buon parquet in laminato.

Il pavimento in LAMINATO è realizzato in fibra di legno pressato nella parte superiore a vista con laminatura in differenti finiture e colori.
Le texture di questo pavimento possono avere anche effetti tridimensionali, con effetto spazzolato simile al legno vero.
Si possono trovare doghe di spessore da 6/8 mm con dimensioni differenti (18×120, 13×131, 24×131 cm) dipende dai produttori trattati.
Il supporto in fibra di legno, su un parquet laminato di qualità, è resistente all’umidità e presenta la struttura di colore verdognolo.

Le caratteristiche di un BUON pavimento in laminato sono:
•    Facile, pratico e veloce da posare
•    Resistenza superficiale all’abrasione
•    Sostenibilità ecologica, rinnovabile e riciclabile, basso impatto sul ambiente
•    Mantenimento e cura facili, facile da pulire
•    Senza collanti e vernici
•    Resistente alle macchie, allo sporco e all’umidità
•    Non decolora

Il parquet laminato, se ben isolato, non si presenta freddo al tatto e può fornire sensazioni molto simili al legno vero.

Un BUON laminato deve avere un alto valore di resistenza all’abrasione e al calpestio intenso (almeno di classe AC5). Inoltre, posando un laminato su un buon tappeto fonoassorbente non si sentirà più il fastidioso rumore del calpestio, riducendo questo problema quasi totalmente.

Per un RISULTATO PERFETTO con un pavimento in laminato, è importantissimo utilizzare un tappeto termo e fonoassorbente, di elevata qualità e caratteristiche …ma di questo (forse) te ne parlerò in un mio prossimo articolo!

La scelta tra un tipo di pavimento e l’altro può essere dettata dal gusto estetico, dall’effetto che si vuole ottenere e dalla spesa economica che si vuole affrontare, ma RICORDA che… il pavimento è il protagonista indiscutibile in qualsiasi progetto d’arredamento, conferisce carattere,  personalità e calore ad ogni ambiente.

Se vuoi saperne di più, vedere dal vivo i campionari di parquet, toccare con mano, parlarne e farti consigliare da un esperto chiamami al numero 3477418118 o scrivimi alla email arredaresenzaerrori@gmail.com o scrivi al interno degli spazi che trovi qui sotto:


Ho letto, compreso ed accettato la vostra Informativa sulla Privacy

Se vuoi maggiori informazioni e restare sempre aggiornato sulle tematiche d’arredo, sulle nuove soluzioni e materiali per arredamento, visita la mia pagina Facebook : Daniele Dossi Interior Designer e lascia il tuo “mi piace”.

Buon ARREDAMENTO a tutti.

Daniele Dossi interior designer

Share